Cosa avviene dopo una procedura di Emodinamica?

Il paziente rientra nel reparto di Cardiologia. Dopo una fase di riposo a letto che varia a seconda della procedura, il malato prosegue il suo regolare iter di ricovero (v. la parte relativa al ricovero e alla dimissione).

Dopo la dimissione i controlli ambulatoriali verranno eseguiti presso l’ Unità Funzionale di Cardiologia. Sono a disposizione due ambulatori strutturati:

a) Ambulatorio post-infarto
b) Ambulatorio post- angioplastica

Entrambi questi ambulatori hanno l’obiettivo di seguire clinicamente e con esami strumentali in corso di follow-up (la serie di controlli periodici che vengono effettuati dopo l’intervento) tutti i pazienti che sono stati sottoposti ad una procedura interventistica coronarica o a carico di altro distretto vascolare o cardiaco.
L’ambulatorio ha inoltre l’obiettivo di porsi come punto di collegamento tra il “servizio di emodinamica” e il “medico curante” per migliorare l’assistenza dei malati.
È strutturato con un’equipe medica dedicata e fissa che prevede la presenza costante di un medico emodinamista (proprio per garantire una continuità assistenziale).

News dal Gruppo

Nuovo inizio per la Neurochirurgia del Policlinico

Da tre mesi è il nuovo Responsabile dell’Unità Operativa di Neurochirurgia del Policlinico...

Si è svolto ad aprile il corso “imaging and the heart”

Dal 9 al 14 aprile 2017 si è tenuto il Corso di Cardiochirurgia che, con...

Clinica San Gaudenzio: ecco il dott. Bruno Pezzulich

Arriva da Torino il nuovo Referente del Servizio di Elettrofisiologia della Clinica San Gaudenzio di Novara...